Caschi: le novità Shark


dalla Redazione martedì, 14 novembre 2017
L'azienda francese allarga la famiglia dei caschi urbani con i nuovi S-Drak e Drak, realizzati con calotta in fibre composite



Shark, azienda francese produttrice di caschi (tra i suoi "clienti" si annoverano Jorge Lorenzo e Johann Zarco, entrambi piloti della MotoGP), per il 2018 lancia ben 4 novità, tra cui gli intriganti S-Drak e X-Drak, che vanno ad arricchire i jet della famiglia Metro.

Già, jet, perché anche se l'S-Drak sembra un integrale, in realtà è jet tanto quanto lo è il fratello X-Drak e il Drak, il primo della famiglia nato nel 2013 con il nome di Raw: come quest'ultimo, sull'S-Drak l’elemento sottostante la visiera ha una funzione protettiva utile nel periodo invernale, che può essere rimossa facilmente. A differenza del Drak (che al posto della visiera a scomparsa adotta una maschera simile a quelle da cross), l’S-Drak ha la calotta esterna in Carbon Skin e non in materiale plastico, mentre il fratellino X-Drak, con il suo look più scrambleristico, ha la calotta in fibra di vetro.

Entrambi perdono la maschera da cross in favore di una visiera parasole fumé a scomparsa, mentre si differenziano tra loro per alcuni dettagli grafici e non solo: l'S-Drak ha la mascherina smontabile, l'X-Drak utilizza il frontino e cover forate per un look più avventuroso.

Per entrambi la calotta è di tipo slim fit ed realizzata in due grandezze, per meglio coprire le taglie disponibili, che vanno dalla XS alla XXL. Il peso varia dai 1.000 gr. per l'S-Drak e 1.200 gr per l'X-Drak, mentre il prezzo parte da 279,99 euro per l'X-Drak e da 349,99 euro per l'S-Drak.