Tre ruote: come funziona la SOSPENSIONE della Niken


Federico Garbin mercoledì, 16 maggio 2018
Cresce l'attesa per provare la rivoluzionaria Yamaha. E, per stimolare ulteriormente la nostra curiosità, la casa giapponese ha diffuso un video nel quale spiega il funzionamento della nuova moto a tre ruote



Presentata a EICMA 2017 la Yamaha Niken, la prima moto a tre ruote ha incuriosito molti e fatto discutere. In attesa di poterla finalmente provare e di potervi raccontare come va, grazie al video diffuso nei giorni scorsi dalla Yamaha, abbiamo avuto modo di analizzarla più nel dettaglio.
Il focus è ovviamente sull’avantreno, sul nuovo sistema LMW (Leaning Multi-Wheel) e sull’originale forcella a doppio stelo con quello anteriore che assicura direzionalità e quello posteriore il filtraggio delle asperità.

Il gusto della piega in sicurezza

Il sistema LMW-Ackerman funziona tramite un complesso sistema di link a parallelogramma a multiplo snodo che permettono di mantenere le ruote parallele e alla medesima distanza anche in piega.
A tal proposito: la nuova Yamaha Niken garantisce angoli di inclinazione di tutto rispetto (fino a 45°) e una stabilità sconosciuta alle altre moto. Anche il telaio è inedito: si tratta di un traliccio in acciaio debitamente rinforzato nella zona del cannotto di sterzo e dotato di piastre in alluminio. Sotto le sovrastrutture, innegabilmente ispirate alla più recente produzione Yamaha, batte il prestante tre cilindri della serie “MT-09”.
Non vediamo l’ora di metterci alla guida per scoprire, e quindi raccontarvi, tutti i segreti di questa incredibile due ruot… ehm, moto.